I Borghi più belli d’Italia

Da qualche settimana ormai Gressoney St. Jean è entrato a far parte dell’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione. Siamo così a 227 borghi “arancioni” nell’intero Stivale e l’obiettivo delle “bandiere” è quello di aiutare la valorizzazione dell’entroterra, del suo paesaggio, storia e delle tipicità apportando un miglioramento nell’economia e nel turismo del luogo.

Sono 19 i nuovi borghi arancioni annunciati nel 2018 e fra le regioni spiccano Piemonte, Lombardia e Abruzzo. Ci sono luoghi come Gressoney Saint Jean capace di proporre passeggiate meravigliose lungo valli dove si degusta la Toma di Gressoney o il violino di capra, salume tipico della zona e rinomata dimora estiva della regina Margherita: il Castel Savoia, ben conservato ed immerso in un bosco di conifere.

 

L’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione scrive:

“Gressoney Saint Jean, località alpina, ai piedi del Monte Rosa, nella valle del Lys, è una delle più preziose delle Alpi occidentali per la posizione, per l’offerta legata agli sport e alle attività invernali e per la storia e le tradizioni, legate alla popolazione alemanna dei Walser che ha lasciato segni nella cultura, nella lingua e nell’architettura, visibili nei tipici villaggi, molti tutt’ora abitati e ben conservati e nelle numerose dimore auliche di fine ‘800.”

Numerosi sono gli articoli che hanno descritto la bellezza di Gressoney e della regione, come ad esempio Repubblica e Vanity Fair: “La bellezza della natura circostante, la posizione scenografica del borgo e l’aver mantenuto un’atmosfera autentica e viva. Perché spesso ciò che fa la differenza è la magia che si respira in un luogo, frutto di quell’inspiegabile alchimia di colori, luci, suoni e suggestioni”.